martedì, luglio 31, 2007

Chiesto il rinvio a giudizio per Antonio Bassolino


ASCA) - Napoli, 31 lug - Ventotto richieste di rinvio a giudizio per presunte irregolarita' nella gestione dello smaltimento dei rifiuti in Campania sono state formulate e depositate questa mattina dai pm napoletani Giuseppe Novello e Paolo Sirleo. Tra gli indagati, i vertici del Gruppo Impregilo gli ex responsabili delle societa' del gruppo che hanno operato in Campania fino al gennaio 2006 come gestori dello smaltimento, il presidente della giunta della Campania Antonio Bassolino, in qualita' di ex Commissario per l'emergenza rifiuti (incarico ricoperto fino all'aprile del 2004), gli ex sub commissari Raffaele Vanoli e Giulio Facchi. Le indagini dei pm partenopei sono partite nel 2003 su numerose denunce.

Questa storia prende le mosse ai tempi in cui era presidente della regione Campania Rastrelli(an)il quale progetta un piano per la regione Campania nel quale si prevede di costruire in Campania cinque termovalorizzatori (o inceneritori o termodistruttori che dir si voglia): due per Napoli e Provincia e tre per le altre Province. Tuttavia non furono mai realizzati sia per la ferma opposizione della popolazione dei centri di prevista localizzazione dei siti sia perché la giunta non ebbe il tempo necessario poiché cadde l’anno seguente. Questo piano sarà riscritto più volte a causa dell’approvazione del Decreto Ronchi, dove cambiarono i parametri e i riferimenti normativi. Comunque l’ultima versione della proposta Rastrelli prevedeva sette impianti di stoccaggio (dove i rifiuti sono trasformati in compost e quindi in combustibile) e due termovalorizzatori di elevata potenza.

Così si effettua la gara di appalto, alquanto singolare:
il commissario speciale non propone nessuna zona dove costruire gli impianti, ma lascia la scelta alle aziende che vinceranno la gara, col solo obbligo di costruirlo in zona ASI (area sviluppo industriale, cioè la zona a cavallo fra le province di Napoli e Caserta in questo caso) e senza alcun controllo di alcuna istituzione.
Di fronte a tale prospettiva semplicemente incredibile anche la Commissione Europea ha denunciato l’Italia per non osservanza delle norme riguardanti la valutazione dell’impatto ambientale.
Nonostante ciò la regione Campania procedette all’assegnazione degli appalti (nel frattempo l’Udeur aveva fatto cadere la giunta Rastrelli).
Vince l’appalto la FIBE, consorzio imprenditoriale capeggiato dall’Impregilo di Cesare Romiti, vittoria ottenuta grazie a prezzi più bassi e macchinari più vecchi, la FIBE individua come siti in cui costruire termovalorizzatori Acerra e Battipaglia, che in seguito alla sua dichiarazione di zona prevalentemente agricola e alle pressioni delle varie confraternite diessine della zona, viene sostituita con Santa Maria la Fossa, centro agricolo della piana del Volturno e in provincia di Caserta.
Bassolino vince le elezioni regionali con un programma nel quale si dichiarava
"l'opposizione agli inceneritori, la riduzione, raccolta differenziata e riciclo dei rifiuti, la bonifica del territorio depauperato dalle attività delle ecomafie, la costituzione di un Osservatorio Regionale e di Osservatori provinciali sull'attuazione dei piani di raccolta differenziata, il superamento del commissariamento e dell'emergenza, la trasformazione dei rifiuti in una risorsa offrendo opportunità di sviluppo economico e posti di lavoro reali".

Ma, dopo le elezioni, prevale la scelta della continuità amministrativa: Antonio Bassolino è il nuovo commissario ai rifiuti, procede con il progetto degli inceneritori e firma il famosop contratto con la Fibe(impregilo).Dopo di lui (si dimette nel 2004 e dunque è commissario solo per 3 anni) aasumono il ruolo di commissario straordinario l'ex prefetto Catenacci, Bertolaso e (dopo le dimissioni anche di quest'ultimo) il prefetto Pansa.
Nel mezzo ancora emergenze l'ultima delle quali ha fatto il giro del mondo!
Ecoballe, ecofurbi e adesso ....ecorinvii a giudizio?

38 commenti:

tore e'santalucia ha detto...

e mmo' caro nembokid so'cazz...!!

Clark Kent ha detto...

per Tore e'santalucia@
se so' c..... non lo so certo però che ritengo Bassolino, sul piano dell'onestà personale, al di sopra di ogni sospetto. altre sono le valutazioni politiche naturalmente.

Anonimo ha detto...

"Truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato e frode in pubbliche forniture sono i reati ipotizzati dai pm partenopei a carico, tra gli altri, del presidente della Regione Antonio Bassolino -"

ex socialista non pentito ha detto...

e ora che fa il governatore?
si dimette??
io sono garantista ma lui è sempre stato un giustizialista, ha costruito la sua carriera politica sulla questione morale(fece dimettere Claudio Velardi da assessore della sua giunta- quando era sindaco di Napoli, per una pezzo di solaio abusivo). La giustizia faccia il suo corso ma LUI che fa si dimette????

ex bassoliniano ha detto...

DIMISSIONI???!!??
e perchè dovrebbe dimettersi uno che - come dichiara Il segretario dei Ds Piero Fassino - chiunque conosca Bassolino «non può avere alcun dubbio sulla dedizione personale, il rigore amministrativo, il senso delle istituzioni che hanno sempre ispirato la sua azione politica e istituzionale. Ed è stato così anche di fronte all'emergenza rifiuti, affrontata dal Presidente della Regione Campania con generosità e impegno straordinari, con l'unico obiettivo di dare soluzione ad una criticità drammatica che richiama responsabilità di molti e di lungo periodo».

costernata ha detto...

ma VERAMENTE Fassino ha fatto quelle dichiarazioni??????
Fassino?? lo stesso che aveva dichiarato che l'ulivo aveva perso al nord
"anche per l'emergenza rifiuti a Napoli rimbalzata sulle tv e i giornali nazionali"?
Lo stesso Fassino???
ah..beh..allora....

un Ds (nè ex nè pentito) ha detto...

in fondo siamo solo alla richiesta di rinvio a giudizio, si dovrà esprimere il Gip, poi ci sarà eventualmente il processo,poi....vedremo.
Anche volendo non si può dimettere...non glielo consentirebbero gli alleati(perderebbero le elezioni) e neppure forse l'opposizione(non sarebbe abcora pronta). io mi preoccuperei più delle reazioni di Facchi e soprattutto di Vanoli.ehehehe

la disattivata ha detto...

dici "puppi"???
quello se va un giorno incarcere "canta" di tutto e di più:)

federica ha detto...

Puppi però è un bell'uomo, affascinante e sempre abbronzato!!

Tore e'santalucia ha detto...

"non si dimette,,anche perchè si trascinerebbe tutti" M F Incostante.
nembokì sient'a me..so'cazz......!

Anonimo ha detto...

Demita, D'alema, fassino,veltroni ...avete notato quanta solidarietà???

letizia palmisano ha detto...

e perchè M rovineresti le vacanze?
io non so se C siano gli estremi del penale!!! anzi lo dubito...
ma sull'inefficienza della gestione da commissario nulla questio: ossia non è cambiata una virgola... anzi... l'accumulo di munnezz è aumentato ...

mario ha detto...

Credo che l'onestà si coniughi anche con quella di tipo politico ed intellettuale. Da questo punto di vista Bassolino avrebbe dovuto trarre le conseguenze da tempo.
Confesso che non mi piace uno che parla di rinnovamento della classe dirigente e da quasi 20 anni amministra un territorio senza mettersi in discussione.
la cosa che mi lascia basito è che siano i napoletani a non aver tratto le conseguenze su chi li governa.
Possibile che non ci sia qualcuno che si distingua rispetto a quei signori.
Mario-Torino-profondo nord ovest-))

l'uomo ombra ha detto...

solidarietà pelosa quella di Demita

non vado più a votare ha detto...

prima Dalema,fassini e la torre,adesso bassolino manca dolo veltroni e poi siamo a posto...che schifo!!

Anonimo ha detto...

ma la foto sul post è "totò e i falsari"??

Anonimo ha detto...

ma qualcuno di voi crede davvero che si possano gestire i rifiuti al sud senza accordi con la camorra e la mafia?????

silver surfer ha detto...

"solidarietà pelosa quella di Demita"...sarà anche pelosa ma accanto a quella di Polito brilla nel deserto di dichiarazioni di solidarietà da parte dei vertici o dei maggiorenti della margherita!!!

daniela ha detto...

Clark,
Ok per la ricostruzione "politica" e non solo giudiziaria
e Ok pure sulla tua antipatia per l'ala riformista (diciamo così)della sn campana (e non solo), che come avrai capito condivido.
Però restano vari problemi, anche a partire dalla tua storia, per es.:
- perchè cavolo l'esito finale della incredibile gara ad hoc viene rispettato?
- perchè il programma elettorale viene accantonato?
- perchè prevale la continuità amministrativa? insomma ... e nonostante le segnalazioni di Facchi, più volte (ora) raccontate ai giornali da Facchi stesso?

Perchè questi sono certamente nodi politici, ma si portano appresso certamente anche un po' di conseguenze con risvolti giudiziari... o no?
E allora che qualcuno non si sia arricchito (ma magari abbia lasciato che altri lo facessero, o facessero affari in senso lato, ostinandosi a non vederlo) conta veramente molto poco. Politicamente I mean... Poi sul resto non è il mio mestiere, e non mi da nessuna soddisfazione. Si vedrà...

Finally. Mi pare che Tore non abbia tutti i torti, ci sono ancora molti passi, ma un po' sono ca@@i, anche tecnicamente: se per es. il cd chiede davvero che la regione si costituisca parte civile...

spider man ha detto...

fino a prova contraria non mi pare che una richiesta di rinvio a giudizio sia una condanna ,non capisco perchè dovrebbe dimettersi!!!

Mephisto ha detto...

leggendo i giornali ho visto che mancano le solidarietà, tra gli altri, di cozzolino e Rutelli. è un caso?

non voto più a sinistra a napoli ha detto...

Enzo Amendola è addolorato, lui è amareggiato...e noi alloa? noi che l'abbiamo votato e rivotato????

ci ho creduto per anni ha detto...

vuoi un commento clark?
eccolo:
VERGOGNAAAAA!!!!!!

l'avete voluto? ha detto...

scommetete che adesso sono capaci di candidarlo alle primarie del pd come segretario regionale???

Anonimo ha detto...

Salve a tutti!!! Vi faccio presente questo :
Lavoro al Centro direzionale e tutte le mattine, parcheggiando l'auto devo scansare le numerose buste nere dell'immondizia accantonate. Il fetore ti dà gia il buongiorno!!! Sali le scale(mai pulite) e vai al bar...lavori....
Nel ritornare a casa, ieri, a Via de Roberto, Cassonetti incendiati e quasi 50 metri di immondizia in fumo. Aria irrespirabile. Pompieri.
Arrivi Zona ponticelli, Ad ogni cassonetto non ti dico cosa c'era. Poi vedi pochi sacchetti veramente inseriti nei cassonetti e i Zingari che li tolgono per ricercare all'interno qualcosa di buono.
Arrivi a Volla non ti dico. Settimane che non si prende la spazzatura.
Stamattina idem, le solite buste giu al centro. Vado alla Posta al corso meridionale, devi fare il passo di strada dall'altra parte per poter proseguire, causa l'immondizia che abbonda.
MA SOLO IO VIVO IN QUESTA NAPOLI???? LEGGO I VS COMMENTI.... NON SI DEVE DIMETTERE, NON E' POSSIBILE, LA SUA ONESTA PERSONALE.......
Io non giudico una persona al livello personale se non la conosco (tra l'altro anche se la si conosce, comunque non si giudica). Ma se sono anni che abbiamo di questi problemi di immondizia, se tutti si lamentano, se tutti ti hanno votato per quelle promesse sui rifiuti e i problemi continuano ad esserci. Qualcuno dovrà ritenersi colpevole??? Se ci sono i problemi legati alla camorra... CHI MEGLIO DEL GOVERNATORE DELLA CAMPANIA POTREBBE SOLLEVARE IL PROBLEMA CAMORRA? Non mi sembra che IL BASSOLINO, abbia chiesto aiuto alle forze dell'ordine, alla magistratura per indagare sulla CAMORRA ed infiltrazioni nel settore RIFIUTI. Anzi il BASSOLINO E LA IERVOLINO hanno sempre tranquillizzato. Adesso sistemiamo, facciamo, mandiamo in ROMANIA, IN GERMANIA, Termovalorizzatori, etc,etc,etc.
E VOI STATE ANCORA A DIRE, IL RINVIO A GIUDIZIO NON E' CONDANNA.
PER CARITA', ma guardateVi intorno VOI NAPOLETANI e vedete se ci conviene che questa gente sia ancora li a governare.......
RIFLETTETE!!
by
Tomark

l'avete voluto? ha detto...

di Andrea's version (il Foglio)
"Ci piace, a parte che era doverosa, la solidarietà fulminea giunta all’Antonio Bassolino messo sotto inchiesta per truffa ai danni dello stato dopo la famosa invasione dei rifiuti. Ci piace, sopra tutto, la pronta e sperticata fiducia manifestata al governatore da Fassino e da D’Alema. Ci piacciono le loro parole: “Chiunque lo conosca non può avere alcun dubbio sulla dedizione personale, il rigore amministrativo, il senso delle istituzioni che hanno sempre ispirato la sua azione politica”. Ci piace ancor di più la frase dopo: “La sua onestà non può essere messa in discussione neanche dagli avversari”. Ci piace questa idea di non poter mettere nemmeno in discussione l’onestà di Bassolino. Ci piace. Ci piace pensare che questi post-neo-tardo-ex comunisti siano rimasti onesti, disinteressati, generosi, lontani da qualsiasi interesse personale, da qualsiasi tornaconto ed egoismo. Come un tempo. Ma sopra ogni altra cosa, ci piace la conclusione che da quanto sopra detto viene fuori, vale a dire che smerdassero Napoli così, per il puro piacere di smerdarla.
(02/08/2007) "

Clark Kent ha detto...

Lo riporto perchè credo che questo sia un contributo onesto per aprire finalmente una seria e serena riflessione.......

«Lo ammetto. Ho la mia parte di responsabilità nell´emergenza rifiuti. Ma si tratta di responsabilità politiche». Il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, spiega al Venerdì di repubblica(in eicola domani) come si è arrivati alla crisi.Sul fronte politico ora riconosce di aver sbagliato.
«Quando nel 2000 mi sono insediato in Regione»
«la giunta precedente aveva già fatto una gara internazionale che decideva a chi affidare la gestione del ciclo dei rifiuti. L´aveva vinta la Fibe che, in quanto vincitrice, poteva scegliere dove costruire i termovalorizzatori. Forse qui c´è stato un errore: avremmo dovuto ricominciare tutto da capo, invece abbiamo scelto la continuità amministrativa. Ma era una corsa contro il tempo, perché una legge nazionale ci imponeva di chiudere tutte le discariche». «L´aver saltato i passaggi democratici di confronto con le popolazioni su dove fare gli impianti ha fatto montare le proteste e ha bloccato le realizzazioni»

Bah!?? ha detto...

Bassolino attaccò De Luca quando fu rinviato a giudizio, adesso De Luca attacca Bassolino. ma De Luca è stato poi assolto??
qualcuno mi aiuti....

velenosetta intenerita ha detto...

rinvio a giudizio o no, dimissioni o no, la morale di questa favola è abbastanza triste...l'uomo del "rinascimento napoletano", il sindaco più amato d'italia, "passo dopo passo" è finito tra i rifiuti. fateci caso..ormai ogni volta che viene intervistato sui giornali e tv non gli chiedono altro che della monnezza, gli affiancano foto e immagini di monnezza per le strade, lo fanno parlare solo ed unicamente di monnezza!! Dalle stelle alle discariche!!????
però è una triste storia non credete?

Anonimo ha detto...

TOMARK,
tu o ci sei o lo fai (nulla di personale)in un vecchio post del Presidente, nel suo blog,mette in rilievo in modo chiaro la sua lotta alla camorra cominciata molti decenni fa.Scrive,anche, che vive sotto scorta.hai una stadera per pesare queste cose?sull'altro piatto cosa metti?credi che la camorra è il cretino che spara per strada? la camorra è alta finanza basta cercare in rete notizie sulla sacrafamiglia di Caserta e vedrai chi sono, che curriculum di alta finanza hanno.Cosa deve fare lui solo? esporsi alla Saviano, che come il cretino di turno urlò dal palchetto?hai mai riflettuto sulla risposta che la Jervolino diede e perchè? dici che vivi qui,non li vedi? non vedi che ogni passo che fai è già stato deciso da qualcuno?ti senti libero di fare qualsiasi cosa? E' ol Presidente che paga per incendiare cassonetti? cosa ne ricaverebbe,la costruzione dell'inceneritore? non serve a nulla senza differenziata e Noi paghiamo per esportare munnezza all'estero,mica se la prendono gratis per farci un favore? Bassolino non chiede aiuto alle forze dell'ordine, ne sei sicuro? allora ama "il tre sette col morto".Mah!chi li foraggia, le sacrefamiglie chi le foraggia?Noi!siamo colpevoli anche noi, noi italiani,non solo noi napoletani perchè anche i turisti comprano cose false,soprattutto i turisti del nord e quando c'erano i contrabbandieri facevano incetta qui di sigarette.E il governuccio a Roma se ne frega e la risposta del perchè la lascio a te.Lo vuoi morto Bassolino? allora che parli,ma se parla son cazzi per tutti perchè non cade solo lui ma tutti:assessori,consiglieri(non si sa di cosa) avvocati, giudici ecc. dal portiere al grande imprenditore.Dopo di che gli porteremo i fiori al cimitero se non glieli bruciano prima.
SVEGLIAAAAAA!!!!!
tILLJ.

Clark Kent ha detto...

tomhark, costernata, velenosetta e Tillj non m i pare di averli mai visti su questo blog....BENVENUTI@
Letizia, Mario, e anche Disattivata e Fedferica ..Bentornati!!
Daniela e gli altri..i vostri commenti sempre assolutamente <"ficcanti" :)
Che fine hanno fatto invece eleonorae, la sposa, edvige Nastri, enzo Pisano, de gozueta, antigone, calamity jane, neò o noè ecc....?
a loro e a tuttti gli altri comunque
BUONE VACANZE!!!

Clark Kent ha detto...

e ancora.....
il corriero, Salvo tgweb, vivendo le stelle, Arsenio lupin, Napolimmerda, Letizia, Tex Willer, Alex321, il Pizzino, Mary Ann, Numo Ma, Tisbe, Camelot destra iseale, Pietro Spina, zanzara, Aje je 87, Pasquale Orlando, Inopera, Fabio massimo il temporeggiatore(o adesso sei Cicerone?) e tutti glia altri??? ci siamo persi di vista??
anche atutti loro
BUONE VACANZE!!
Ps.. perchè non lanciamo una specie di Metablog napoletano? ne parliamo a settembre se siete d'accordo.

daniela ha detto...

io sì
intanto buone vacanze a te!
(io mi avvio domani, ma con il Pc)

Anonimo ha detto...

x Tutti!!! Sono capitato per caso in questo blog di Clark e mi è piaciuto per il semplice motivo che ognuno può dire la sua.
Sono daccordo con tillJ quando dice che se parla è morto e dobbiamo andare al suo cimitero. Il fatto sta qui.
Purtroppo non ho molto tempo x leggere quotidiani e interessarmi di politica.
Ribadisco non giudico al livello personale il bassolino.
Però se tu mi confermi che lui ha cercato di fare qualcosa e non c'è mai riuscito. SI DIMETTA e mandi a fare in culo il sistema ESSENDO PERSONA ONESTA!!!
Purtroppo io la penso così. Se faccio il concorso per entrare in polizia, Entro e metto la divisa addosso, dopo non posso lamentarmi che è un mestiere duro dove posso rischiare la vita e quindi se vedo qualcosa in mezzo la strada non intervengo perchè altrimenti posso andare al CIMITERO.
E' presidente della REGIONE SI O NO?
HA DELLE RESPONSABILITA', ANCHE MINIME SI O NO?
NO allora faccia fuoco e fiamme e faccia cadere tutta l'italia!!! ALTRIMENTI Faccia fagotto e via. Spazio ad altri. Forse altri malviventi, ladri etc,etc, ma almeno esce dalla scena a testa alta.
O FORSE E' TROPPO COMODA QUELLA POLTRONA?????
Grazie comunque per la tua risposta e chiedo scusa a tutti dei miei post.
Ciao e buone vacanze a tutti.
TOMARK

Tisbe ha detto...

La giustizia deve fare il suo corso, non mi sento in debito con la mia parte politica. Cautela, ma mi aspetto che salti fuori la verità e che la Campania possa risorgere e liberarsi dell'amaro prezzo della conquista sabauda...

Calamity Jane ha detto...

Caro Clark,
mi hai "chiamata", tra gli altri frequentatori del blog, e mi fa piacere farti sentire la mia voce. Per quanto mi riguarda continuo a frequentare i tuoi post che sono sempre molto carini (il mio ultimo commento ha riguardato quello strepitoso su Demarco), ma il fatto è che sono troppo delusa dalla nostra sinistra (e dirlo mi costa ancora!). Parlare del centrosinistra napoletano e del suo leader (ex?) non mi va più. Non mi sento di sparare a zero su Bassolino sulla questione dei rifiuti per il semplice fatto che non credo che sia l'unico responsabile, come vogliono farci credere i giudici, nè mi piacciono i giudici che parlano a fine inchiesta (vedi ultimamente Lepore, checchè ne dica lui). Il problema è che su Bassolino la tentazione di sparare a zero si ripresenta continuamente, e da tempo, per moltissimi altri motivi. Pesco a casaccio: la Villa Comunale imbruttita per sempre, gli yesmen dell'antipolitica da lui allevati alla sua ombra e cresciuti a dismisura, i premi fedeltà distribuiti a man bassa dal partito e la guerra fredda agli oppositori, circostanze che hanno segnato profondamente l'amministrazione della cosa pubblica, certe alleanze forzate (ma fino a che punto?) con esponenti della Margherita, la candidatura poco opportuna della Carloni, il declino di Napoli in cui lui non può non entrarci, esattamente come lui c'entrava nel rinascimento della città del '93. Che dirti...Ti saluto e ti auguro anch'io buone vacanze, invitandoti a lanciare un gioco sotto l'ombrellone: "Chi salveresti di questo centrosinistra napoletano? Chi ripeschereschi? E chi butteresti a mare?" Ma senza nomi preocostituiti, però.

tgweb-salvo ha detto...

EcoCazzate direi! ciao

Anonimo ha detto...

Caro Clark,
sulla questione in blog io sono per il "teorema Villone" e la vicenda del teatro San Carlo me ne restituisce piena conferma.
Che poi Bassolino in sua difesa invochi persino la distinzione tra atti politici e quelli amministrativi, beh, lasciamo perdere: per quanto mi riguarda sono fra loro imprenscindibili e vincolanti! Hai presente la mano destra e quella sinistra?...
Sull'onestà personale del presidente, convengo con Daniela: in tanti, troppi, si sono avvantaggiati "intorno a lui". E se immaginiamo questo "intorno" per cerchi concentrici, sembra che alcuni fra questi siano molto ma molto molto vicini al centro... Solo malignità?
Infine, a chi di recente commentava che un tempo Bassolino "era diverso, non era così" ho risposto che sì, è vero: ma perchè non aveva il potere.
Buone vacanze a tutti e un abbraccio a te, caro Clark
Eleonora (eleonoraee)