venerdì, gennaio 27, 2006

Per non dimenticare!!

Il sindaco di Napoli ed altri vogliono dedicare una strada a Quattrocchi e non siamo pregiudizialmente contro.
Vorremmo però sommessamente lanciare un appello a tutta la Giunta comunale di Napoli,ai partiti e anche ai quotidiani napoletani:
perchè non dedichiamo una strada a Calipari?
riporto qui di seguito il post che scrissi in occasione della sua morte:

ciao NICOLA......
"sfortunato quel Paese che ha bisogno di eroi"
Caro nicola
non ti conoscevo ma ho pianto per te
avevo letto solo nei libri dell'amore per l'altro sino al sacrificio
il tuo gesto, il tuo corpo come scudo per Giuliana, la tua morte
l'insensatezza della guerra,di questa guerra di tutte le guerre
l'assoluto ,indispensabile,ineludibile avvento e dominio della Pace
spero da non credente di avere torto e .....va in paradiso

ciao Nicola e GRAZIE!!

15 commenti:

francesca pane ha detto...

è un'irea ottima, aderisco con entusiasmo!
che possiamo fare?
ps. bellissimo ilpost(non lo avevo letto).

gianfalco ha detto...

Sottoscrivo pienamente.
Ci sono firme da raccogliere?

batgiaime ha detto...

d'accordissimo!!!!

Anonimo ha detto...

Credo che fondamentalmente sia giusto dedicare una strada a Quattrocchi, è indicativo purtoppo, di un Italia reale, e poi almeno lui per guadagnare soldi ha rischiato

pov. buch. ha detto...

l'idea è bella. Prepara un post per kilombo.

Domiziano Galia ha detto...

Non sono d'accordo.
Calipari merita almeno una piazza.

lunadivelluto ha detto...

è un'interessante iniziativa.
ciao

sonolaico ha detto...

ho linkato sul mio blog questa iniziativa.
http://sonolaico.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=834071
un saluto

clark kent ha detto...

facciamo girare l'appello nella blogosfera.
che ne dite?

Anonimo ha detto...

La frase è " fortunato quel paese che non ha bisogno di eroi".Ed è di Brecht.Bertolt Brecht.Sì anche io penso che Quattrocchi vada in qualche modo ricordato.
Beau

Monica ha detto...

sono d'accordo con la proposta, nel senso di Via Quattrocchi, e anche di Via Calipari. è utile parlare con qualcuno della commissione toponomastica, almeno per sapere la procedura più efficace? Ne fa parte un professore universitario e scrittore, persona sensibile e deliziosa. attendo eventualmente istruzioni e intanto diffondo.

Anonimo ha detto...

ma quattrocchi può ance andare a cagare!

Si per Calipari e Baldoni

no al mercenario gfascista

Carlo ha detto...

E' un'iniziativa assurda.
Un uomo va PER GUADAGNARE SOLDI PER SE, in un paese in guerra, sfruttando una situazione di guerra e sofferenza per il proprio guadagno. Ok "muore da italiano", e non voglio neanche metterlo in dubbio perchè non mi interessa.
Ma il punto è ceh un paese decide di dedicare una parte di se, sia pure simbolica come il nome di una strada, come atto di gratitudine per qualcosa che ha significato molto per il paese stesso, quindi per tutti noi.
Che gratitudine l'Italia e gli italiani dovrebbero provare per un uomo che pè andato lì per far soldi, possibilmente ammazzando pure qualcuno??
Dall'altra parte abbiamo un servitore dello stato, che va in Iraq per salvare una giornalista di cui magari non condivide neanche le idee politiche e per il proprio stipendio fisso.
C'è un abisso sostanziale, qualitativo, e soprattutto di rapporti tra lo Stato e le sue istituzioni (e quindi noi) che vorrebbero dedicargli la strada e la persona stessa.
Che sarà pure morta da italiano, e me ne dispiace molto per lui e per la famiglia. Che avrà anche avuto del coraggio, e ce ne vuole, sia per andare in Iraq che per "morire da italiano".MA sono tutte manifestazioni di cose fatte per se stessi, per il proprio guadagno, per il proprio ego.
Da questo a dedicargli una strada della comunità mi sembra una contraddizione in termini.

Anonimo ha detto...

Keep up the good work. thnx!
»

Anonimo ha detto...

Very best site. Keep working. Will return in the near future.
»