lunedì, gennaio 30, 2006

Riformisti "con l'acqua alla gola"......

Ci informano che L'assemblea dei sindaci dell'Ato2 (smentendo se stessa) ha votato per la revoca della delibera del 23 novembre 2004 sull'affidamento della gestione del servizio idrico di Napoli e Caserta.
Facciamo un passo indietro:
L'assemblea del 23 novembre 2004 aveva scelto a stragrande maggioranza di affidare la gestione ad una società mista a maggioranza pubblica (60-40%)prevedendo poi la possibilità, nell'arco di due anni,di dismettere "secondo le decisioni dell'assemblea dei sindaci, il 9% a soggetti già operanti nel territorio il primo anno e, il secondo anno, il resto delle quote secondo le modalità e i tempi decisi dall'assemblea dei Comuni"(citiamo dalla delibera)e di scegliere il socio privato tramite gara europea.
Ne è seguita una serie di ricorsi(regolarmente vinti dall'Ato2) e di proteste di alcuni sindaci(che già si erano espressi contro durante l'assemblea del 23 novembre)e di tantissimi comitati civici animati dal padre comboniano Alex Zanotelli e appoggiati da Rifondazione Comunista, dai verdi e dal pcdi di diliberto. l'Ato2 da parte sua ha rinviato più volte la gara(l'ultimo rinvio al 31 gennaio 2006).Nel farttempo, durante la notte bianca, una "presunta censura" a B.Grillo e Padre Zanotelli fa scattare un enorme bombardamento mediatico contro la"privatizzazione dell'acqua".
I Ds con il segretario regionale Nappi sembrano schierarsi con la società mista, la Iervolino lo stesso.Intanto i comitati civici annunciano una manifestazione nazionale di protesta per il 31 gennaio cui aderiscono Dario Fo, Beppe Grillo e il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola.
Gerardo Marotta(istituto Studi Filosofici) e gli intellettuali di Palazzo Marigliano chiedono il ritiro della delibera contestata "contro la cupola di banditi e il comitato d'affari che governa la Città". Il gruppo regionale dei Ds presenta una proposta di legge che sconfessa il loro segretario regionale e chiede a gran voce il ritiro della delibera e il ritorno alla gestione totalmente pubblica del servizio(imbarazzo del Presidente dell'Ato3 che ha già privatizzato il servizio, il diessino Alberto Irace, che bolla la posizione del gruppo regionale ds come "una trovata elettorale".
La sindaca Iervolino si dichiara "d'accordo con Tonino Amato(capogruppo dei ds in regione)per una società mista a maggiranza pubblica" e provoca la risentita smentita di Amato.
Due giorni dopo la Giunta regionale approva all'unanimità un disegno di legge per la creazione di una spa regionale a capitale interamente pubblico"Campania acque" per la gestione pubblica del sistema delle acque campane.Il giorno dopo un comunicato congiunto, firmato da Bassolino, dal presidente della Provincia di Napoli DiPalma e dalla Iervolino, chiede all'assemblea dei sindaci dell'Ato2 il ritiro della delibera del 23 novembre 2004, che puntualmente, come dicevamo all'inizio,viene revocata. Non interessa qui entrare nel merito della scelta adottata dall'assemblea dei sindaci(lo faremo se sarà il caso in un altro momento),quel che ci preme sottolineare è il significato politico di quanto avvenuto. A parte "il metodo" seguito dalla Iervolino che ha cambiato idea molte volte(due volte solo nelle ultime 48 ore)e le contarddizioni dei e nei Ds quel che colpisce è che nella "culla del riformismo" di sinistra(basti pensare ai G.Amendola, G.Napolitano e oggi U.Ranieri, solo per citarne alcuni) ha prevalso il radicalismo e il masimalismo di Caruso, Zanotelli, Rifondazione Comunista, i "movimenti". Hanno vinto, anzi stravinto, Grillo, Dario FO e Nichi Vendola!
Non una a voce si è levata, in tutta questa storia (con la lodevole eccezzione di Andrea Geremicca),che tentasse di riportare il dibattito dai cieli del populismo, dell'ideologia, degli astratti principi e dell'ipocrisia tipica delle campagne elettorali, alla concretezza dei costi, delle soluzioni possibili e del moderno governo dei servizi.
Potremmo dire che nei ds napoletani e fuori di loro "il riformismo è ANNEGATO NELL'ACQUA"!!!!!

25 commenti:

piero ha detto...

ma tu, caro Clark, sei favorevole alla privatizzazione?

Geppy ha detto...

hai detto non bene ma benissimo.
Io nel mio piccolo, riformista nei Ds, ho tentato di fare qualcosa, con lettere e articoli sul mio blog (inpartibus), ma niente da fare.
Ciao
GN

fierara ha detto...

Post interessante, confesso la mia totale ignoranza sula cosa.

Anonimo ha detto...

http://nonsolorossi.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=838840


Vorrei che anche tu prendessi spunto dal post di cui ti ho linkato l'indirizzo sull'ultima fatica letteraria di Bocca su Napoli.

Anonimo ha detto...

RANIERIiiiiiii!?!!????
ma figurati???

un nipotino di Amendola ha detto...

I Riformisti nei Ds!!!?????

con il grande Eduardo:
Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!!!

enzo pisano ha detto...

Ricordo un bellissimo film: "Dersu Uzala". Questo signore, dopo aver vissuto per anni nella foresta, quasi cieco viene accolto in una casa cittadina. un giorno bussano alla porta: è l'esattore della bolletta dell'acqua. Il povero Dersu non capisce il significato e, imprecando, caccia via l'esattore affermando che l'acqua è di tutti perchè si deve pagare?...

vittorio ha detto...

Ma caro clark, scusa eh, chi sarebbero i riformisti nei ds napoletani oggi?
che è satira?

clark kent ha detto...

Caro Enzo Pisano..
si lo ricordo anch'io il film(molto bello fra l'altro).
Solo che nella foresta l'acqua a quel signore non arrivava nella sua capanna attraverso il rubinetto,quindi attraverso i tubi, quindi attraverso la rete ecc...o no?

batman ha detto...

per e.Pisano:)
invece adesso con la gestione Arin pisano non la paga la bolletta?
e se lo chiede perchè nonostante paghi la bolletta l'acqua è imbevibile e se ne perde oltre il 40%?

francesca ha detto...

a proposito...ma quanti di quelli che protestano contro le società miste di gestione sanno quanto costa la tariffa a napoli?
quanti sanno che l?arin è una Spa?
Che ha appaltato servizi a società private come la Net Service?

ilCorriero ha detto...

E'una questione molto spinosa. A sentire parlare di privatizzazione dell'acqua ammetto mi viene l'orticaria, però in questo caso non sono informato al punto da poter esprimere un serio parere. Non conosco le ragioni che hanno portato ad una simile ipotesi e se siano valide. Ciao

Monica ha detto...

mia figlia adolescente, che ha molti amici anche nei centri sociali, ma è un tipo, per sua (e mia) fortuna, non ideologizzato, mi ha riassunto la sua opinione sulla vicenda della privatizzazione dell'acqua così: mamma, io vedo cose pubbliche che funzionano bene e altre male, così come cose private che funzionano bene e altre male. mi sembra saggia. un amico acquedottista mi diceva: se uno va a pescare il pesce nel mare, può legittimamente dire che il pesce è di tutti, ma è la stessa cosa se lo vuole trovare nella pescheria sotto casa?sono d'accordo con l'opinione qui sopra: gli elementi concreti della querelle non sono stati ben spiegati da nessuno e così ha prevalso una battaglia di ideologie, o almeno così è apparso.

Anonimo ha detto...

Mio caro supereroe, chi sei?
Vediamo... conosci bene Marco R.D., Monica Tavernini, e sai tanti cazzarielli del centrosx. Ma si sei uno che ha militato nei DS (PDS PCI), forse come giornalista, credo di aver capito...

Anonimo ha detto...

un sorriso come va?

http://www.vivendolestelle.splinder.com/

clark kent ha detto...

all'anonimo che "ha capito"...
Lei crede?
però confesso che mi fa piacere incuriosirla.
in quanto ai Ds(pds pci) sono onorato del fatto che Altri,in passati commenti ai miei post, credono di aver capito che sono di destra.!
umili omaggi
clark

ne ho viste tante ha detto...

Riformisti, massimalisti, moderati...ma se sono tutti impegnati a "conquistare" un posto al sole alle prossime elezioni!
clark..ma dove vivi?
eppure non sembri uno di primo pelo!

un bassoliniano "quasi" pentito ha detto...

Ma davvero pensate che i vari DiPalma, Iervolino, Bassolino, Caruso e gli altri siano interessati al problema dell'acqua dal punto di vista dei cittadini???
la corsa è ormai al Parlamento e alle prossime comunali.....

o'cardill' ha detto...

La verità è che la "battaglia sull'acqua2 è stata ideologizzat e strumentalizzata a fini elettorali da una parte e dall'altra e...in mezzo.. alcuni sindaci e alcuni cittadini in buona fede(ingenui?).
e poi i soliti "corvi"..Marotta e gli intellettuali, rifondazione comunista, Arin, interssi economici e politici!!

NO ALLE PRIVATIZZAZIONI ha detto...

La verità?
i "riformisti" e i privatizzatori selvaggi hanno PERSO!!!!
tutto il resto sono chiacchiere

ilCorriero ha detto...

Ancora un saluto. Ciao

Anonimo ha detto...

BUON SABATO SERA...


UN SORRISO
VIVENDOLESTELLE

Anonimo ha detto...

Here are some links that I believe will be interested

Anonimo ha detto...

Nice idea with this site its better than most of the rubbish I come across.
»

Anonimo ha detto...

Great site loved it alot, will come back and visit again.
»