mercoledì, dicembre 12, 2007

Io mi Vergogno pareccchio e Voi??


La Commissione Povertà ha fornito gli ultimi dati sul nostro Paese.
Secondo questi dati 7.000000(sette milioni) di persone, in Italia, sono povere( la soglia di povertà è fissata ad un reddito di 920 euro al mese) e 3.000000(tre milioni) di persone sono sotto la soglia di povertà.
Un quinto della popolazione italiana!!
Se tra quelli che sono al di sopra della fatidica soglia consideriamo le condizioni di vita, di lavoro e di salario di quei tanti lavoratori dell'industria pesante come quelli morti e feriti nella strage dell'acciaieria di Torino il quadro è agghiacciante.
Io mi vergogno parecchio e voi??
ps. a proposito degli operai di Torino consiglierei di dare un occhiata ad una bellissima intervista a Marco Revelli che potete leggere qui
Se a questo aggiungiamo(l'ho trovato sul blog di B.Grillo) l'Italia vista dal New York Times che potete leggere qui
la vergogna aumenta ancora.

16 commenti:

Anonimo ha detto...

Finchè ci saranno in giro tipi come il Cavaliere, l' Italia sarà addidata da tutto il mondo come un paese di burattini ed istigatori. Deve sparire dalla scena della politica. Dopo andrà molto meglio.

confusa ha detto...

Mah!?? che dio ce la mandi buona.
davvero non si sa più a che santo votarsi..

uno di sinistra?? ha detto...

per confusa
si è drammatico. però chissà forse se riuscissimo a passare dalla frustrazione all'indignazione e ribellarci?

giornalista (non La) ha detto...

clark mi vergogno anch'io
ma hai visto porta aporta ieri l'altro e ieri sera? i soliti onorevoli e riforma elettorale, l'omosessualità e l'arte. e Ballarò? su tre ore di trasmissione solo gli ultimi dieci minuti dedicati a torino e interrotti quando franceschini parlava di pene più severe...
Onore a Mentana e al suo Matrix.
che mi tocca dire ..chi l'avrebbe mai detto!!

Napoletano ha detto...

Sono un commerciante Napoletano.....anche io mi vergogno in modo particolare della classe politica che ci governa....solo burattini e nullafacenti.....in parole napoletana... A SCHIFEZZA E TUTTE E SCHIFEZZE RA SCHIFEZZA E LL'UOMMN.......

anonimo ha detto...

per commerciante napoletano
si però non mi pare che la maggioranza dei cittadini se ne freghi molto dei poveri o degli operai anzi!

clark kent ha detto...

debbo ammettere che questo dubbio ce l'ho anch'io. è vero che dalle 9.00 di stamattina(l'ora in cui ho scritto e pubblicato questo post) ci sono stati 289 contatti però...l'avevo messo su OK notizie di Virgilio ed è stato in Hpme per oltre un'ora poi è stato sostituito da pst tutti su Berlusconi, fini, ecc.
la maggior parte purtroppo anche in rete sono soprattutto tifosi dell'uno e dell'altro??

zorro ha detto...

uè superman ma chi ca...se ne fotte di questi sopra e sotto soglia!!
ma parlace e' anna paola merone, scrive e qualche inciuccio,,, ma faccie sta quiet?!

'tore e santalucia ha detto...

a 'gente vo' sta quieta nembokì...
chist'è o'paese do'soleeeeeee

Francesco Candeliere ha detto...

Anche io mi vergogno di essere italiano.se a ciò si aggiunge che qualche migliaio di trasportatori bloccano un paese....allora....!!

Ma mi faccia il piacere,mi faccia ha detto...

e come reagisce il governo di centro sinistra "ostaggio della sinistra radicale"??

"In Italia i morti sul lavoro sono come le ciliege, uno tira l’altro. I sindacalisti di partito e di governo, che sono più numerosi delle cavallette, stanno correndo ai ripari. Il ministro del lavoro “Damien” Damiano ha trovato una soluzione degna di Carcarlo Pravettoni. L’Inail, l’Istituto per l’assicurazione contro gli infortuni, ha un attivo di 12,4 miliardi di euro che vanno destinati “a scopo di utilità sociale”.
Con questo nuovo tesoretto Damiano vorrebbe premiare le aziende: “Potrebbe ritornare alle imprese come diminuzione del costo del lavoro, solo nel caso in cui fossero in grado di dimostrare che hanno diminuito o eliminato gli incidenti”.
Caro “Damien” Damiano altro che premio. Se le aziende non tutelano la sicurezza vanno chiuse. Chi ha meno assassinati sul lavoro ha uno sgravio? Se si scende da cinque a due vittime all’anno diminuisce la tassazione della società invece di mandare in galera i responsabili?"
anche questo tratto dal blog di Grillo

Sen. Negri ha detto...

si, è vero. Nella fascia della povertà e nei dintorni di essa stanno specialemnte i pensionati e le famiglie del Sud. Interventi possibili sono la difesa del potere d'acquisto delle pnsioni e un salario indiretto in servizi alla persona, gratuità di alcune prestazioni, previsione di un fondo nazionale e regionale per quando si diventasse non auto-sufficienti.
I salari italiani sono bassi per due ragioni: nell'economia globalizzata accusiamo una perdita di produttività di sistema, questo per quanto riguarda le industrie manifatturiere e i servizi, e nella pubblica amministrazione c'è un affolamento con squilibri nterni di personale, talvolta poco qualificato, malpagato.
Occorre un'iniziativa coraggiosa di durata decennale per potenziare contratti aziendali e territorali rispetto a quelli nazionali e utilizzare il turn over fisiologico ella pabblica amministrazione per immettere personale giovane e scolarizzato con incentivi slariali.

si salvi chi può ha detto...

"Torino l'addio agli operai"
C'erano le istituzioni ma non c'era la città. poche migliaia di persone ai funerali dei quattro operai morti (....)"
da IL Manifesto di oggi in edicola.
che tristezza......

destra sociale ha detto...

si ma ce n'è un'altra dal Manifesto che un pò spiega:
"identificarsi con Agnelli è gratificante, identificarsi con quattro operai bruciati vivi mette paura"
è triste ma così va il mondo

Anonimo ha detto...

Con l'augurio delle gioie più vere.
Buon Natale.

Vivendolestelle

esperimento ha detto...

In effetti c'è da ritenersi più che fortunati e soprattutto da non lamentarsi mai.

Tanti auguri anche da parte mia :)