mercoledì, maggio 28, 2008

La Grande Trappola(a Napoli magistratura,comitati antidiscarica e anti inceneritori alleati della camorra contro lo Stato??)


Il mondo alla rovescia.....
La magistratura inquirente napoletana chiede l'arresto (in carcere) di 25 persone per la vicenda rifiuti.
Il Gip concede gli arresti(domiciliari).
La principale destinataria del provvedimento giudiziario è Marta Di Gennaro, ex subcommissaria di Bertolaso e attuale sua vice alla Protezione Civile, descritta dal Gip come una figura centrale dei presunti illeciti nello smaltimento dei rifiuti al centro dell'inchiesta.
Oltre alla Di Gennaro sono stati arrestati funzionari del commissariato, condulenti della Protezione Civile, rappresentanti della società di trasporto,esponenti di Fibe e Fisia del gruppo Impregilo:

ing.Giuseppe Sorace
responsabile per il commissariato dei lavori dell'inceneritore di Acerra

ing.Michele Greco
coordinatore delle aree funzionali a fianco del prefetto Corrado Catenacci(il successore di Bassolino a comissario straordinario), grande esperto di rischi industrialie e a marzo nominato dalla Regione dirigente del settore programmazione e interventi im materia di gestione integrata dei rifiuti nell'area Ecologia),consulenti della protezione civile, rappresentanti delle società di trasporto, esponenti di Fibe e Fisia,del gruppo Impregilo

Leonello Serva(geologo)
già capo dipartimento difesa del suolo Apat, riveste il ruolo di soggetto attuatore per il commissariato nel periodo in cui la struttura è affidata al Prefetto Pansa(quest'ultimo destinatario di solo un avviso di garanzia)

Roberto Cetera
amministratore delegato dell'Ecolog,gruppo ferrovie dello stato, che per otto anni ha assicurato in esclusiva il trasporto e i conferimento dei rifiuti campani in Germania.

Massimo Malvagna(ingegnere)
amministratore delegato della Fibe,gruppo Impregilo,che ha costruito gli impianti di Cdr in Campania e ha vinto l'appalto per il termovalorizzatore di Acerra, coinvolto nella precedente inchiesta che ha portato a processo il governatore Bassolino e la stessa Impregilo cion la risoluzione del contratto di appalto.La stessa Fibe a cui il prefetto Sottile(liquidatore del commissariato rifiuti)prima e lo stesso Bertolaso adesso avevano ribadito di affidare il completamento dell'inceneritore di Acerra.

Ma di cosa sono accusati? Riportiamo dal giornale Il Mattino:

La «consegna del silenzio e dell’omissione», ma anche il ricorso...per continuare clicca su ("leggi tutto"))sistematico a una serie di comportamenti tesi a «dissimulare la realtà», a garantire controlli che rimanevano tali solo sulla carta. Il grande «bluff» (il termine è quello usato dal gip) messo in piedi dagli indagati sarebbe la linea guida seguita dai funzionari e dipendenti del commissariato per l'emergenza rifiuti in Campania,che definisce come «generalizzate quanto deplorevoli ed inquietanti le prassi che hanno connotato l’intera abusiva gestione». Il magistrato cita, tra l’altro «la consegna del silenzio e dell’omissione», nonché «il ricorso ai più disparati espedienti per la dissimulazione della realtà, controlli apparenti, controllo dei controllati, valenza esclusivamente scenografica di riunioni per l’allestimento dati, il cui dichiarato possesso era solo un bluff». Il giudice per le indagini preliminari sottolinea inoltre la «“rinaturalizzazione” dei prodotti in uscita dagli impianti, false autocertificazioni, la falsità dei risultati analitici e di caratterizzazione dei rifiuti», e le «falsità ideologiche in atti pubblici».Il gip Saraceno sottolinea anche come «molti degli indagati siano stati preposti all’esercizio di una funzione pubblica e comunque abbiano assolto quotidianamente compiti e incarichi di estrema delicatezza e di massima serietà». Identica delicatezza caratterizza anche il capitolo dedicato al ruolo svolto dai privati. Ma l'espletamento del loro servizio «sembra però polarizzato al conseguimento di personali vantaggi», con gravi e inevitabili compromissioni per «il territorio, l’ambiente, la salute». Accogliendo la tesi dei magistrati inquirenti, il giudice è convinto che gli indagati «hanno disinvoltamente realizzato le illecite condotte» in un «gioco di squadra assolutamente sincrono, le cui regole sono state tempestivamente recepite e applicate dai singoli giocatori che si sono avvicendati sul campo».

Per riflettere meglio su quello che sta accadendo riporto di seguito anche quanto scritto,tra l'altro, da Antonio Corbo oggi sulle pagine napoletane di Repubblica:"
"(...)Alcune irregolarità dal 23 maggio scorso non potrebbero essere più contestate in Campania. Fosse entrato in vigore prima, sarebbero smagrite oggi alcune accuse ai 25 indagati. Ma non può essere questo un pregio del decreto. Semmai discrimina le comunità campane dal resto d´Italia, in materia di diritto alla salute. In nome dell´emergenza l´inchiesta ha rilevato una caduta delle garanzie per i cittadini.(...)Si scopre che il decreto legge dà facoltà di assimilare ai rifiuti solidi urbani (per definizione "non pericolosi") anche i rifiuti combusti, per definizione "speciali", quindi "pericolosi". Li omologa nello stesso codice Cer (catalogo europei dei rifiuti). E li manda in discarica, magari carichi di idrocarburi. È significativo l´esempio raccolto in Procura: «Gli stessi rifiuti in Campania vanno in discarica, se destinati ad un´altra regione sono bloccati, analizzati, caratterizzati e trattati». La Campania rispetto alle altre regioni riceve quindi dal decreto una più bassa soglia di sicurezza. Chi lo spiegherà adesso alla gente di Chiaiano e ai Comuni delle prossime 9 discariche?(...)."

In questo quadro drammatico come reagisce la "casta" dei politici e il giornale del quale due famosi giornalisti la casta hanno denunciato, il Corriere della Sera?
Mantovano ed altri politici della maggioranza pongono l'accento sui tempi e lasciano intendere sospetti di "giustizia ad orologeria" per il fatto che gli arresti scattano il giorno dopo l'accordo faticosamente raggiunto da Bertolaso con i cittadini di Chiaiano, Castelli si spinge ad affermare "dietro a questa vicenda vi possa essere un avviso a chi si dà troppo da fare per risolvere il problema dei rifiuti".
Dall'opposizione spicca la dichiarazione di Ermete Realacci:
"Non sarà la giustizia a risolvere il problema dei rifiuti.Mi auguro che la magostratura agisca per accompagnare la soluzione e non la ostacoli come talvolta ha fatto con interventi fuori contesto".
Poi una sfilza di giusti attestati di solidarietà al prefetto Pansa da parte di deputati locali del Pd e dell'ex ministro Nicolais e alla Di gennaro da parte del sindaco Iervolino.
Non una parola sulla gravità di quanto ipotizzano i magistrati anzi sospetti sui tempi (omettendo di ricordare che i pm gli arresti li avevano chiesti a gennaio, cioè quando al Governo c'era Prodi).

Avete capito adesso come funziona il mondo alla rovescia?
La colpa è della magistratura che si mette contro chi vuole risolvere il problema dei rifiuti e dunque si allea oggettivamente con coloro i quali(nessuno escluso) non vogliono che l'emergenza napoletana si risolva.
Se non l'aveste capito permettetmi di segnalarvi una ultima perla....
l'editoriale di oggi sul Corriere della sera a firma del vicedirettore PG Battista e al quale ci siamo ispirati nel titolare questo post (lo potete leggere qui

14 commenti:

la giornalista ha detto...

che schifo,che schifo!! e ancora più schifo l'atteggiamento dei politici e del corrierone!
e se possibile ancora più schifoso l'atteggiamento del governo col suo decreto(Corbo che tu hai citato).
Che schifo!!!!!!

fraba ha detto...

Ecco a voi l'ultimo post di fraba:
http://fraba.splinder.com/post/17274284/Berlusconi+e+gli+%27ingovernabil

@clark kent
chi spot ferisce, di spot perisce ;-)

giornalista(senza La) ha detto...

cara collega di che ti meravigli?
che il commissariato rifiuti fosse un luogo poco raccomandabile lo sapevano più o meno tutti, che la camorra imperversava sui rifiuti pure, il ruolo del corrire della sera è ormai smaccato: questo governo può e deva normalizzare la vita politica italiana e dunque "nessuno disturbi il manovratore"!
Resta l'amaro in bocca per l'atteggiamneto insulso e oggettivamente complice del Pd.
Ps.
questo post è scomodo e vrà pochi commenti ma tu,clark, continua a scrivere e a denubciare.
almeno tu non mollare!!!

clark kent ha detto...

@fraba
non ferisci affatto, però io verrò anche a commentare il tuo.
Anzi a me farebbe piacere se interagissimo sui nostri blog...intendo non solo coi link ma proprio coi commenti ai rispettivi post e con segnalazioni -:)
@giornalista(senza La)
si anch'io penso che avrà pochi commenti perchè confrontarsi con questi problemi mette angoscia e mette in discussione molte certezze ma....non mollo !! ehehehhe

il Russo ha detto...

Parafrasando, non è mica dai commenti che si giudica un... fustigatore, un fustigatore lo vedi dal coraggio, dall'altruismo e dalla fantasia.
Qua clark ti metti nei giusti panni del fustigatore ma non ti serve fantasia (questa è un incubo perfettamente riuscito!) mentre ci vuole coraggio per affondare le mani in tutta questa merda e molto altruismo per spendersi ancora per una (buona parte della) popolazione che vien da pensare che forse tutto ciò se lo merita, visto il torpore mostrato in questi anni...

Brino Brucci ha detto...

caro kent,
ovviamente in minoranza,
confermo quanto scritto sul blog amico di daniela lepore.
Sono con Battista, il Corrierone il Cor mez ed i dietrologi in genere.
La solita magistratura ad orolegeria, nella sua incostituzionale funzione supplettiva di un'opposizione che non si oppone abbastanza.
Un pò troppe casualità nel rapporto governi nazionali/magistrati da qualche tempo, forse ...
Omaggi alla sig.ra Lane.

fraba ha detto...

@clark
ho messo le mani sulle 630 pagine dell'ordinanza. C'è da rimanere a dir poco allibiti. ti basti sapere che quanto uscito sui giornali oggi, è solo una minima parte della "munnezza" nella realtà accertata dalle intercettazioni. parlando poi co una mia "fonte riservata" in procura, ho saputo cose che "voi umani non potreste mai immaginare..."

Ma ho giurato n'copp a nu dribling e maradona di mantenere il più assoluto riservo ;-)

mariad ha detto...

io non mi meraviglio. non perchè la notizia non sia grave, ma che dietro la spazzatura di Napoli ci fosse un esercito di persone che gestivano col malaffare era più o meno noto a tutti. dai tempi del rinvio a giudizio di Bassolino, direi
ora giunge notizia che Bertolaso stia discutendo con Berlusconi le sue dimissioni. Vedremo cosa deciderà di fare il berluskack, però le notizie sono di disappunto da parte di tutto il governo per queste notizie giudiziarie.

Questa è una storia infinita. Io già l'ho detto in giro: se non ci si sporca le mani(con la camorra...) la spazzatura non sparirà.

clark kent ha detto...

@fraba
e facciamole uscire queste notizie!!!
@il russo
bisogna coordinarsi tra noi blogger e non dargli tregua. non si gioca solo il destino dei napoletani in questa partita
@mariad
sono d'accordo completamente
@Brino Brucci
abbi pazienza ma quest'inchiesta è come il vaso do pandora e qualcuno,compreso il corrierone,non vuole che si apra

il Russo ha detto...

Hai ragione, non si gioca solo il destino dei napoletani.
Il mio blog é tua a disposizione per fare da cassa di risonanza per queste cose.

Brino Brucci ha detto...

@il russo e mariad
Evviva la sincerità.
Il nemico del mio nemico è mio amico !
Questi dobbiamo proprio mandarli a casa, per la miseria.
E frega nulla che una parte non piccola del Paese li abbia legittimamente eletti.
Ci piacciono poco o nulla.
Ed alla magistatura anche, fortunatamente.
Del resto chiusa infruttuosamente, come sappiamo, l'inchiesta su Unipol, da qualche parte bisogna pure inquisire.
Ma com'è? Ora le intercettazioni e le ordinanze di custiodi cautelare sono il Verbo.
Dipende dall'inquisito. Dipende.
In bocca al lupo.
Io resto qui, seduto sulla riva del fiume: aspetto.
Aspetto l'estate, alle porte, e l'epidemia di colera prossima ventura.
Buon pro Vi faccia.

Brino Brucci ha detto...

Errata corrige.
Il mio post immediatamente precedente non è diretto al russo e mariad bensì alle risposte che mr Kent ha dato ai loro interventi.
Dunque
@clark kent
e pc @ russo & mariad.
Chiedo scusa per lo spazio rubato.

Anonimo ha detto...

Nelle cose fin qui lette c'è tutto e il contrario di tutto:le uniche idee che mancano sono la sistemazione della munnezza e chi deve cacciare i soldi necessari.Inoltre c'è il problema della magistratura e le cosidette "proteste popolari" che saltano fuori soltanto quando qualcuno cerca di affrontare i problemi, mentre spariscono per anni quando sottobanco se ne fanno di tutti i colori.Tenete tutti presente che altri 5 anni di crescita zero porterà gli italiani alla fame (il sud più del nord).Non è che c'è una reazione del sud al federalismo che ridurrebbe i fiumi di denaro che da 60 anni vengono "dispersi".Non vuol essere un intervento polemico, ma un'occasione per tornare con i piedi per terra e discutere dei problemi "veri".

clark kent ha detto...

@ brino brucci
non rubi alcuno spazio-:)

@anonimo
capisco il tuo ragionamento ma la situazione descritta nel post è gravissima